Chi Siamo

La Proposta Educativa

La nostra proposta educativa consiste essenzialmente nella trasmissione di una passione per la vita come incontro conoscitivo e amore per la realtà tutta intera.

Così viene toccato e nutrito il cuore assetato di bellezza e verità di ciascuno.

Questo impegna la scuola a conferire un'adeguata formazione culturale, capacità critica, senso di responsabilità ed apertura al confronto - dentro un'estrema attenzione alla singola persona - in continuità con i principi della tradizione cristiana.

La Vocazione dell'Insegnamento

Questa linea educativa passa ai giovani grazie a docenti che di questa passione per la vita e dell'amore per la realtà tutta intera facciano esperienza o ne siano affascinati per primi.

Non si può insegnare senza passione. L'insegnamento è anche una professione, in quanto esige competenza e studio, ma è -in senso profondo- in primis una vocazione.

E questa vocazione all'insegnamento condivisa, tesa al bene di ciascun alunno affidato, determina tra gli insegnanti un legame che li rende capaci di una continua, vivace ed indefessa interazione creativa.

Lo sguardo amorevole sugli alunni e l'amicizia operosa tra gli insegnanti genera un clima di gioiosa familiarità che favorisce sensibilmente in loro i processi di insegnamento-apprendimento.

La metodologia didattica

Ogni persona, ogni alunno, ha talenti da scoprire, da coltivare e da manifestare.
La nostra metodologia didattica si sviluppa secondo tre direttive:

PERSONALIZZAZIONE

Il nostro stile didattico è teso a valorizzare la persona in quanto tale, individuandone le eccellenze e mobilitandone le capacità in ordine alle difficoltà eventualmente incontrate.

"Se non imparo nel modo in cui tu insegni, insegnami nel modo in cui io imparo"
(Harry Chasty, psicologo dell'apprendimento)

DIDATTICA LABORATORIALE

Ci stiamo orientando verso una didattica che coinvolga l’alunno non più come utente, ma come protagonista, cercando di condurlo a una ri-scoperta del sapere, più che a una sua acquisizione pedissequa.

"Molto ragionamento e poca osservazione conducono all'errore. Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità."
(Alexis Carrel, Premio Nobel per la Medicina, 1912)

DIDATTICA INTERDISCIPLINARE

La didattica laboratoriale è necessariamente interdisciplinare.
Infatti le diverse discipline sono finestre sulla realtà, ma la realtà è “una".
Il fatto che l’oggetto di studio venga osservato in tutte le sue dimensioni implica l’apporto di tutte o quasi le componenti disciplinari.

"Insegnare i dettagli significa portare confusione. Stabilire i rapporti tra le cose significa dare conoscenza."
(Maria Montessori, pedagogista)

PUNTI QUALIFICANTI

I punti qualificanti della nostra proposta educativa sono:

L’alunno viene guidato nel percorso di apertura alla realtà, alimentando in lui lo stupore di fronte al creato e l’amore alle creature, punto sorgivo della curiosità scientifica come dell’ispirazione artistico letteraria.

L’adulto educatore non è semplicemente allenatore delle facoltà intellettive naturalmente presenti nell’alunno, ma maestro di conoscenza e di vita attraverso l’ipotesi culturale di cui è portatore. Di fronte a questa ipotesi, proposta senza ambiguità, gli alunni verranno aiutati a sviluppare una posizione critica, che li porterà ad accettarla, a rinnovarla o a rifiutarla sempre però motivandone razionalmente le ragioni.

La scuola propone un metodo di studio che si implementa gradualmente dalla terza primaria fino alla terza secondaria. Lo studio comincia con l’attenzione posta in classe alla lezione dell’insegnante. Continua nel lavoro domestico col leggere, interpretare/rielaborare, selezionare, categorizzare, sintetizzare i contenuti.

L’apertura alla realtà impegna la scuola ad ampliare l’offerta formativa sia in orario curricolare che extracurricolare, mediante laboratori di vario genere.
Alcuni di questi sono permanenti, come il CLIL (Content and Language Integrated Learning) e la Certificazione Trinity – initial (Grade 1-3) nella scuola primaria e i corsi di Latino e Fisica in terza secondaria quale approccio propedeutico alle scuole di impostazione rispettivamente umanistica e scientifica.
In orario extracurricolare sono numerose le proposte, variate di anno in anno in relazione anche alle richieste dei genitori: pianoforte, creta, S.T.E.M., scacchi, seconda lingua straniera ed altro.

È un ambiente caratterizzato dalla condivisione dei fondamentali principi ideali e pedagogici e da una grande disponibilità ad interagire da parte di tutto il personale docente, nella proposta di lavoro e nell’accoglienza affettuosa di tutti gli alunni. Effetto immediato è la gioia che gli alunni manifestano. La gioia, secondo la nostra esperienza, è la condizione fondamentale dell’apprendimento. È il clima che più favorisce la motivazione, l’attenzione, l’impegno. In questo clima, anche la correzione è segno di attenzione nei confronti dell’alunno da parte dell’educatore, se attuata e motivata in positivo, lasciando ampi spazi alla possibilità di ripresa.

Nella scuola si svolge un lavoro permanente per la continuità tra scuola primaria e secondaria, in primo luogo pervenendo a un curricolo verticale nelle diverse discipline, ma anche perseguendo un atteggiamento comune di fronte alla lezione e al metodo di studio, tenendo conto, tuttavia, delle discontinuità che la crescita fisica e psicologica dell’alunno inevitabilmente impone.

È il luogo primario di esperienza e di educazione del ragazzo. Da qui, l’impegno dei docenti per una collaborazione e una relazione sempre più intense con i riferimenti familiari. Nelle situazioni che manifestano particolari difficoltà, la scuola si rende disponibile ad un confronto assiduo e multidisciplinare.

L’inclusione avviene, prima che nell’uso di strumenti o strategie, nella mente e nel cuore dell’insegnante. L’inclusione non riguarda la condizione svantaggiata di pochi, ma tutti e ciascuno, in virtù dell’unicità di ogni persona. Una persona non può e non deve mai essere identificata col suo limite. L’alunno con difficoltà di apprendimento deve potersi sentir dire dall’adulto educatore: “siamo insieme io e te, non sei solo, ti stimo per quello che sei, ti prendo per mano".

La scuola coltiva un contatto assiduo con le realtà territoriali: provincia, comuni, distretti scolastici, AA.SS.LL., professionisti psico-pedagogici, associazioni cattoliche del settore scolastico, pastorale diocesana.

La Nostra Storia

1975 - 1977

Nell'ottobre 1975, un gruppo di giovani educatori del movimento di Comunione e Liberazione rilevò dalla congregazione religiosa dei Servi di Maria il collegio di Dinazzano, un convitto che accoglieva a tempo pieno ragazzi di scuola elementare e media in condizione di disagio familiare e provenienti da tutta la provincia.

Il primo direttore fu Vladimiro Spallanzani, instancabile lavoratore e appassionato educatore, che morì due anni dopo - il 17 febbraio 1977, a soli 22 anni - in un incidente stradale probabilmente causato dalla stanchezza per i duri ritmi di lavoro cui si sottoponeva.
La memoria della sua vita, della trascinante personalità, della dedizione ai ragazzi e della sua così prematura scomparsa, fu richiamo ad approfondire l'esperienza educativa del collegio.

In quegli anni la situazione delle famiglie del territorio appariva in progressivo degrado e, per rispondere a questo bisogno, si iniziò a valutare la trasformazione del collegio in una scuola elementare intitolata proprio a Vladimiro Spallanzani.
Nel settembre 1977 la scuola fu aperta e, nello stesso anno, ottenne la parifica.

1979 - 1982 - 1985 fino al 1992

Nel 1979 ebbe inizio la scuola media, legalmente riconosciuta.

Nel 1982 la struttura di Dinazzano, di proprietà della Curia, fu venduta.
Nel 1985 - grazie all'interessamento dell'allora parroco Don Luigi Simonazzi - la scuola si trasferì a S. Antonino di Casalgrande (RE).
La Curia si assunse l'onere della ristrutturazione di due plessi: quello in via Statutaria, per la scuola elementare; e quello in via Canale, per la scuola media.

Nel plesso di via Statutaria, per espressa richiesta di Don Luigi, si diede continuità alla scuola materna parrocchiale intitolata a Santa Teresa, la cui esperienza durò fino al termine dell'anno scolastico 1991/1992, quando la parrocchia non rinnovò il contratto d'affitto.

La scuola si trasferì nel plesso attuale in via Canale che, da allora, ospita un corso completo di scuola primaria e di scuola secondaria di primo grado.

2000 - 2001

Il 9 novembre 2000 - in seguito alla legge 10/03/2000 n. 62 sulla parità - con decreto ministeriale la scuola primaria venne riconosciuta paritaria.

L'anno successivo, con decreto ministeriale del 28 febbraio 2001, anche la scuola secondaria di primo grado fu riconosciuta paritaria.

2006 fino ad oggi

Gli anni successivi sono stati caratterizzati da un graduale e continuo aumento delle iscrizioni, tanto che nell'estate del 2006 si è proceduto ad un importante intervento di ristrutturazione e ampliamento del piano terra.

Nell'estate del 2008, la ristrutturazione del primo piano.
Nell'estate 2013, un ulteriore ampliamento delle aule.

Nel settembre 2015, dato l'esubero di domande di iscrizione nella scuola secondaria di primo grado, la Cooperativa ha dato avvio al plesso scolastico di Sassuolo, anch'esso intitolato a Vladimiro Spallanzani.

La Cooperativa

In un edificio una pietra sostiene l'altra, perché si mette una pietra sopra l'altra. Così, la pietra che sostiene è a sua volta sostenuta.

San Gregorio Magno, Omelie su Ezechiele (II, 1, 5).

L'ente gestore della scuola "Vladimiro Spallanzani" è la SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE DON GIANFRANCO MAGNANI (C. F. e P. I.: 00433290350), che ha funzione amministrativa e di indirizzo culturale e pedagogico.

Tutti i dipendenti sono soci della cooperativa e ne formulano scelte e orientamenti attraverso lo strumento assembleare.

Lo sguardo amorevole sugli alunni e l'amicizia operosa tra gli insegnanti genera un clima di gioiosa familiarità che favorisce sensibilmente i processi di apprendimento.

I componenti del Consiglio di Amministrazione
in carica dal 29 maggio 2020

Ing. Andrea Talami

Presidente

Sig. Paolo Alberghini

Vicepresidente

Prof. Giuliano Romoli

Sig. Giuseppe Mascolo

Ing. Mario Gaetti

Dott.ssa Federica Gavioli

Dott. Christian Ridon

Sig. Massimo Romoli

I Coordinatori Didattici

Sabrina Gualtieri

Coordinatrice scuola primaria
Sant’Antonino di Casalgrande

Simona Gullo

Coordinatrice scuola secondaria
S. Antonino
 

Lucia Bodecchi

Coordinatrice scuola secondaria
Sassuolo
 

SOSTIENICI!


Lieve è l'oprar se in molti è condiviso.

Omero, Iliade.

Il primo modo per sostenere la nostra scuola è partecipare alle iniziative proposte, a partire dalla consapevolezza che la presenza e il contributo di ognuno sono tesori preziosi. Chi desidera contribuirne al sostegno della nostra opera educativa può farlo attraverso queste modalità o può contattare il nostro Consigliere delegato Christian Ridon (tel. 0536 824037; ridon.christian@gmail.com).

DONAZIONI LIBERALI

Donazioni libere in denaro con bonifico che è possibile dedurre/detrarre dalle imposte sul redditto.
I documenti del versamento (c.c. postale/ricevuta bancaria/copia dell'assegno bancario/estratto conto della carta di credito) sono validi ai fini fiscali se nella causale del versamento descritta sia "Liberalità " o "Erogazione liberale".

Scarica pdf

5x1000

Il 5x1000 è una quota d’imposta obbligatoria (calcolata in base al reddito) a cui lo Stato rinuncia per destinarla a enti benefici o organizzazioni non profit.
Donare il 5x1000 non costa nulla ma è importante per rendere accessibile a tutti la nostra esperienza educativa.
Destinare il tuo 5x1000 alla Cooperativa Sociale Don Gianfranco Magnani è facile: basta indicare il nostro codice fiscale 00433290350

Proponete anche ad amici, parenti e colleghi di destinare il 5x1000 alle scuole della Società Cooperativa Sociale Don Gianfranco Magnani attraverso il volantino allegato.

Scarica pdf

PROGETTI SPECIALI

Aiutaci a portare avanti i nostri progetti speciali aderendo alle campagne di crowdfunding attive e promuovendole tra le persone che conosci: anche un piccolo contributo, messo insieme a quello degli altri, può fare grandi cose!

Scarica pdf

SPONSORIZZAZIONI

Sostieni le nostre scuole, diventa sponsor
PLATINUM, GOLD o SILVER.

Tu ci aiuti e noi ti daremo visibilità

Scarica pdf